Il protagonista della nostra intervista di oggi è Mbemba Gassama, un socio di livello Blue Diamond dall’Italia. Mbema ci ha parlato in dettaglio di come è iniziato il suo percorso in PLATINCOIN, del perché non bisogna mai arrendersi e dei momenti più memorabili della vita dell’azienda. Mbemba Gassam ha davvero una storia molto interessante!

Raccontaci un pò di te. Di dove sei? Come sei arrivato in PLATINCOIN? 

Sono nato in Africa occidentale, in Senegal, ma dal 1993 vivo in Italia, a Milano. A settembre del 2021, ho raggiunto il livello Blue Diamond, che ha rappresentato un grande traguardo per me. Ho deciso di entrare in PLATINCOIN perché sono sempre stato interessato alla tecnologia, ed in particolare alle criptovalute. Questo mio interesse si è intensificato nel 2017, un periodo in cui nascevano nuove criptovalute e innovazioni. Io già ci lavoravo da un po’, volevo capire il loro funzionamento, ma i risultati non erano dei migliori. Questo fino a quando ho incontrato per caso il mio sponsor quando mi sono imbattuto in un annuncio pubblicitario durante un mio viaggio in Svizzera.

Quindi sei venuto a conoscenza di PLATINCOIN dalla pubblicità?

Sì, da non credere! Ero in Svizzera una mattina di fine ottobre (allora abitavo al confine con l’Italia e andavo in Svizzera a fare benzina). Mentre bevevo un caffè, ho letto un annuncio con la foto di una cassaforte sulla bacheca di una stazione di servizio: era il mio futuro sponsor Arisa Santi che cercava potenziali soci. Gli ho mandato subito un messaggio WhatsApp e un’ora dopo ho fatto la mia prima intervista telefonica. Poi ho ricevuto una serie di documenti informativi sull’azienda che aveva sede a Zugo. Circa un mese dopo, io e Arisa ci siamo incontrati di persona alla presentazione di PLATINCOIN a Milano. Era il dicembre 2018 e l’evento è stato ospitato da uno dei soci di livello superiore della Germania. Quella stessa sera (12 dicembre 2018, me lo ricordo!) sono diventato membro di PLATINCOIN: mi sono registrato e ho invitato subito due soci. È iniziata così la mia grande avventura in PLATINCOIN, che ha cambiato radicalmente la mia vita e continua ancora oggi.

Che opportunità ti ha dato PLATINCOIN?

Prima di tutto, ho approfondito le mie conoscenze sulla blockchain, in quanto proprio su di essa si fonda il prodotto di punta Secure Box, di cui sono un proprietario orgoglioso. 

Prima di PLATINCOIN, avevi avuto esperienze nel network marketing? 

Certo, ho avuto una decina di piccoli progetti nel network marketing, ma nessuno di questi ha prodotto risultati impressionanti. Tuttavia, questi progetti mi hanno aiutato a studiare bene questo settore, imparare a vendere, reclutare e mi hanno dato la speranza che un giorno avrei trovato un’azienda seria che avrebbe soddisfatto tutte le mie aspettative. E così è successo.

Cosa distingue PLATINCOIN dagli altri progetti in cui hai lavorato prima? 

Innanzitutto PLATINCOIN è un’azienda molto trasparente, che mette la sua community al centro del progetto. E la meritocrazia: chi lavora bene viene premiato come merita. Qui le regole del gioco sono uguali per tutti, ma le condizioni migliorano nel tempo se si continua a lavorare. Opportunità di apprendimento, creazione di reddito passivo, viaggi, networking: tutto questo rende PLATINCOIN il migliore sul mercato.

Qual’è il tuo principale obiettivo in PLATINCOIN?

Il mio obiettivo più grande era scrivere la mia storia in questa grande comunità e, soprattutto, aiutare tutti i membri nella mia struttura a fare lo stesso. Siamo solo all’inizio di un progetto che durerà ancora per molti anni. Non vedo l’ora di scoprire le avventure che ci aspettano!

Quante persone ci sono ora nella tua struttura?

In questo momento nella mia squadra ci sono quasi 1000 persone, sparse in diversi paesi dell’Europa e dell’Africa. Ma la mia squadra cresce ogni giorno e abbiamo già raggiunto una scala non solo internazionale ma intercontinentale.

Qual’ è il tuo risultato più significativo in PLATINCOIN?

Molte persone in risposta a questa domanda danno il loro livello, ma io sono orgoglioso non tanto di questo quanto della trasformazione interna che ho vissuto grazie all’azienda. La mia visione professionale è diventata molto più chiara, ho raggiunto un nuovo livello di crescita personale, obiettivi personali e di gruppo. Tutto questo non è dovuto solo alla mia perseveranza, ma anche alla stabilità dell’azienda. Tutti qui hanno molto entusiasmo!

Hai dovuto affrontare delle difficoltà nel lavoro? 

Sì, è capitato. Era il 2019 quando ho dovuto iniziare a costruire una squadra da zero dopo le amare delusioni legate alle attività e alle persone precedenti. È stata una caduta dolorosa, ma mi sono rialzato, anche se non è mai facile, anche per un duro come me.

Qual’ è il tuo momento PLATINCOIN più memorabile?

Senza dubbio, è il momento in cui ho ottenuto il mio livello di Diamond nel gennaio 2021. Questo ha rafforzato la mia convinzione che PLATINCOIN sia l’azienda che mi aiuterà a realizzare il mio sogno di assoluta libertà finanziaria.

Ci sono stati dei momenti divertenti? 

La cosa più divertente, per quanto mi riguarda, è che le persone a me più vicine, che definivano PLATINCOIN una truffa, ora idolatrano questa azienda come me e ringraziano il destino per aver finalmente iniziato a guadagnare così bene grazie a questa. Mi piace mostrare alle persone il mio successo in azienda, la mia autorealizzazione personale e vedere la loro sorpresa, e talvolta anche dell’invidia.  È davvero divertente.

Hai avuto delle delusioni? Se sì, come le hai superate? 

Ci sono state delle delusioni associate alla percezione negativa diffusa tra le persone rispetto al MLM, così come tutti i sistemi di sponsorizzazione. Ma con coraggio, resilienza e buone strategie di marketing, chiunque è  in grado di abbattere qualsiasi pregiudizio e raggiungere i propri obiettivi. Dopotutto, basta sorridere e continuare sulla propria strada: non vale la pena fermarsi per nessuna delusione.

Ci sono persone nella tua squadra, di cui sei particolarmente orgoglioso? 

Sono molto orgoglioso di J. Diom dalla Francia, Liliya da Londra e ovviamente Jeannot dal Congo. Tutte queste persone sono dei veri leader che non smettono mai di promuovere PLATINCOIN e di lavorare per il bene comune. Li incoraggio a continuare l’ottimo lavoro, perché il successo arriva a coloro che lavorano sodo.

Mantieni la squadra competitiva? Ti aiuta? E l’esperienza dei soci di livello superiore?

Una sana competizione stimola le persone ambiziose, le fa andare oltre le loro capacità e fuori dalla loro zona di comfort. Non avrei mai pensato di raggiungere tali risultati in soli due anni, e forse questo è in gran parte dovuto allo spirito di competizione. Anche l’esperienza altrui è preziosa nel nostro lavoro. Non posso non citare il mio sponsor, Aris Santi, che mi ha dedicato molto del suo tempo personale per lavorare insieme allo sviluppo di strategie di sviluppo del business e approfondire le mie conoscenze. Gli sarò sempre grato per questo e per avermi portato in PLATINCOIN.