Il mondo delle criptovalute non si ferma mai! Lo seguiamo con attenzione e raccogliamo ogni settimana le ultime notizie su valute digitali e blockchain. Rimani aggiornato sulle tendenze con PLC!

Ad oggi, Tesla è di nuovo tra i vincitori, i lavoratori di El Salvador potranno ricevere i loro stipendi in BTC e a Miami sarà possibile pagare le tasse in criptovaluta!

Secondo le previsioni di Capgemini, il numero di transazioni in criptovalute salirà al 45% entro il 2023

Uno studio della società di consulenza Capgemini sostiene che nei prossimi due anni il numero di utenti che utilizzano le criptovalute per le transazioni finanziarie aumenterà notevolmente. Al momento, il loro numero è solo del 10%, ma entro il 2023 dovrebbe salire al 45%.

Questa conclusione si basa su un sondaggio di 6.300 clienti bancari e 210 responsabili dei sistemi di pagamento in 44 paesi con l’utilizzo dei dati della Banca Mondiale, del FMI e della Banca dei Regolamenti Internazionali.

I salvadoregni potranno ricevere gli stipendi in BTC

Il portafoglio Bitcoin Strike ha abilitato la funzione “Pay Me in Bitcoin”, che consente di trasferire qualsiasi importo di dollari in valuta Bitcoin senza restrizioni e commissioni. Questa funzione è stata resa possibile grazie alla legge del presidente Nayib Bukele che riconosce Bitcoin come moneta legale. La legge è stata approvata nel settembre 2021 ed è stato il primo passo per la diffusione delle criptovalute in El Salvador.

Il mese scorso, anche l’exchange americano Coinbase ha presentato una funzione simile che può essere utilizzata per trasferire depositi diretti in BTC, Ethereum o altri attivi.

Tesla ha guadagnato 1 miliardo di dollari di profitto netto su Bitcoin

Secondo Bitcointreasuries.NET, la società di auto elettriche di Elon Musk in 9 mesi ha aumentato il suo profitto di 1 miliardo di dollari. Tutto grazie agli investimenti in bitcoin effettuati nel febbraio 2021 per un importo di 1,5 miliardi di dollari. A quel tempo, il tasso di BTC era di 38.000 dollari. Ora, grazie alle impennate del mercato, Tesla possiede 43.200 bitcoin per un valore totale di 2,5 miliardi di dollari.

Tuttavia, Elon Musk definisce ancora rischioso l’investimento di Tesla in Bitcoin. Secondo lui, questa decisione di investimento non è stata presa da lui, e il prezzo di BTC gli sembra irrazionalmente alto, così come il prezzo della criptovaluta Ethereum.

La banca svizzera di criptovalute SEBA offre agli investitori l’accesso a DeFi e allo staking di criptovalute

SEBA, banca di criptovalute regolamentata dalla FINMA, ha lanciato il servizio SEBA Earn, che consentirà agli investitori istituzionali di ottenere reddito da operazioni di prestito di criptovalute, staking e DeFi. L’elenco consentito include anche Polkadot, Tezos e Cardano.

Un altro nuovo servizio della banca è la possibilità di concedere e attrarre prestiti in attivi digitali BTC o Ethereum. Nei prossimi due mesi, SEBA prevede anche di espandere l’elenco degli asset di staking supportati.

Il sindaco di Miami propone di pagare stipendi e tasse in bitcoin

Probabilmente, nel prossimo futuro, i dipendenti pubblici della città americana di Miami potranno ricevere i loro stipendi in BTC, mentre i residenti ordinari potranno pagare le tasse in valuta digitale. Come afferma il sindaco di Miami, Francis Suarez, “Miami dovrebbe diventare la capitale delle criptovalute degli Stati Uniti”.

L’obiettivo principale di tale divulgazione del bitcoin in città è quello di aumentare il budget comunale. Il sindaco Suarez ha postato sul suo Twitter un video in cui ha spiegato personalmente i vantaggi della risoluzione adottata. La decisione del sindaco è attivamente sostenuta dall’investitore di bitcoin e co-fondatore di Morgan Creek Digital Assets Anthony Pompliano. In precedenza, è stato lui a convincere il sindaco a convertire l’1% del bilancio di Miami in BTC.

L’aeroporto di Maiquetia in Venezuela offrirà la possibilità di acquistare biglietti aerei con criptovalute.

L’aeroporto internazionale del Venezuela consentirà di pagare i biglietti aerei con Bitcoin, la valuta DASH o la valuta digitale nazionale El Petro. Secondo il direttore dell’aeroporto Freddy Borges, questo renderà il processo di acquisto dei servizi all’aeroporto più veloce e comodo, soprattutto per i turisti stranieri. Questa decisione è già stata approvata dai regolatori locali.

Nell’agosto 2021, anche la compagnia aerea venezuelana Turpial Airlines ha concesso ai suoi clienti la possibilità di pagare i voli con la valuta BTC, e il primo ottobre il governo venezuelano ha lanciato il bolivar digitale.