Il protagonista della nostra intervista di oggi è Dirk Fricke, imprenditore e investitore tedesco con il grado Black Diamond. Adesso nella sua struttura ci sono 100.000 persone e questo numero cresce ogni giorno.

Ci ha raccontato delle difficoltà e delusioni che ha dovuto affrontare all’inizio della sua carriera alla Platincoin, di quello che ama di più in Platincoin e dei membri del suo team che lo rendono orgoglioso.

Come si è unito al progetto Platincoin?

La mia storia in Platincoin è iniziata nel 2016, quando il fondatore del progetto Alex Reinhardt mi ha invitato personalmente ad unirsi al suo team. Può sembrare un po’ strano, ma per la prima volta ho visto l’idea di Platincoin su un tovagliolo in un ristorante – ci siamo incontrati con Alex, e lui mi ha abbozzato un piano approssimativo dello sviluppo del progetto. In quel momento ero già un imprenditore e investitore da parecchio tempo e ho capito subito che non mi sarei permesso di perdere questa occasione!

A quel tempo aveva l’esperienza di lavoro nel network marketing?

No! Per me è stata una grande difficoltà, in quanto ho dovuto cominciare da zero il percorso nel network marketing. Prima lavoravo nel settore farmaceutico e di apparecchiature mediche, ma ancora prima di conoscere Platincoin avevo iniziato ad interessarmi di blockchain e criptovalute. 

Perché ha deciso di unirsi al Platincoin? Che cosa Le piace dell’azienda?

La ragione principale è il fatto che Platincoin già da 4 anni aiuta le persone di tutto il mondo a migliorare il proprio benessere finanziario. Inoltre, Platincoin offre agli utenti tantissime opportunità di crescita professionale. È stato provato da centinaia di migliaia di nostri partner di tutto il mondo!

Platincoin ha reso me e la mia famiglia finanziariamente indipendenti, ci ha regalato l’opportunità di viaggiare per il mondo senza pensare al domani. Per di più, ho fatto moltissimi amici in diversi paesi del mondo, ed ognuno di loro è il mio partner e collega allo stesso tempo.

Fra qualche mese dovrò raggiungere il grado Platin Diamond ed è ciò per cui lavoro ogni giorno senza tregua. Platincoin è diventata per me una vera scuola! Grazie all’azienda, ho imparato a motivarmi, raggiungere gli obiettivi, costruire una comunicazione efficace con le persone intorno a me, e soprattutto, essere paziente. Questo non è un business in cui tutto si risolve in uno schiocco di dita – qui ci vuole tenacia, lavoro e ovviamente un team forte pronto a seguirti. 

Qual è stato il suo successo più significativo nella Platincoin?

Probabilmente, lo è stata la chiusura di uno degli obiettivi più importanti per me – riunire oltre 100.000 persone nel mio team. Ho raggiunto questo obiettivo tanto tempo fa, grazie ad esso ora ho un reddito passivo mensile stabile. Sono fiero del mio forte team internazionale che lavora con me da tanti anni e di cui mi fido completamente. Non è un successo?

Di chi è particolarmente orgoglioso nel suo team?

Vorrei esprimere la mia speciale gratitudine alle persone che mi hanno aiutato e supportato all’inizio del percorso. Sono Heiko Bärike, Orlando Vincelio, Ulrich Fischer, Ronny Röricht, Ronald Weber, Dhanisch Sharma e tanti altri miei partner. Sono molto orgoglioso di conoscerli! Insieme siamo riusciti a raggiungere un’eccezionale crescita personale e a realizzare obiettivi incredibili. A tutt’oggi il nostro motto è “The time is now” – Il momento è arrivato!

Qual è stata la cosa più difficile all’inizio del lavoro?

La cosa più difficile è stata sicuramente quella di trovare i nuovi partner. È stato molto difficile ispirare le persone con l’idea di Platincoin e trovare coloro che erano pronte a lavorare con noi. 

Inoltre, era difficile (anche se dall’altro lato molto piacevole) essere sempre in viaggio. D’altronde, questo è comunque più un vantaggio che un difetto. Grazie a Platincoin ho viaggiato tantissimo per il mondo, conosciuto non solo i partner stranieri, ma anche la cultura locale, le usanze popolari e la loro cucina. È stata un’esperienza non solo intensa, ma anche avvincente, che ha lasciato tanti momenti piacevoli nella mia memoria. Alla fine siamo diventati buoni amici con molti partner.

Ha avuto delusioni? Come le ha affrontate?

Ho portato tanti buoni partner alla Platincoin, ma alcuni di loro non avevano abbastanza coraggio e tenacia, per questo loro e la Platincoin hanno preso strade separate. In tali momenti ci rimanevo sempre male e mi preoccupavo di non essere riuscito ad ispirare una persona con la mia fede nell’idea. Ma comunque apprezzo quest’esperienza, in quanto grazie ad essa ho imparato ad andare avanti nonostante tutti gli ostacoli e a concentrarmi sempre sui miei piani e obiettivi!